Ostriche e…

Ostriche e…

La Pescheria Pesce vivo offre una vasta selezione di ostriche freschissime in tutte le loro sfumature di gusto, è possibile scegliere tra proposte ricercate ed esclusive, il percorso sensoriale più … stimolante.

…mangiare ostriche è come baciare il mare sulle labbra …
(Léon-Paul Fargue)

Ostriche e Champagne evocano entrambi, nell’immaginario collettivo, lusso e desiderio, e associarli è un classico, ma tecnicamente, le bollicine d’Oltralpe non sono l’ideale per assaporare le ostriche. Gli abbinamenti con l’ostrica, hanno quasi sempre visto protagonista il vino tranquillo e quasi mai quello effervescente. I sentori salmastri e di zinco delle ostriche non trovano armonia con le delicate trame delle nobili bollicine. I corretti abbinamenti tra ostriche e vino, sono da ricercarsi in bottiglie di tradizione vitivinicola diversa. Vini con buona mineralità, che richiamano il gusto dei molluschi senza andare a disorientare i sapori, bensì esaltandoli.

Ci sono differenti modi di accompagnare le ostriche, dagli abbinamenti classici, come quelli con il Muscadet della Loira, il Sauternes, il Picpoul de Pinet o il Muscat blanc petits grains; a quelli più azzardati, ma comunque adeguati come lo Sherry Fino, gli stupendi whiskies scozzesi, le favolose birre inglesi o con il Moscato d’Asti che tra gli abbinamenti “dolci” è, sorprendentemente, uno dei più funzionali, a patto che lo zucchero non prenda il sopravvento.

Ostriche e … Le Solane!
Ma Le Solane? … l’occasione si è presentata nel corso del consiglio dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino – delegazione Emilia-Romagna tenutasi presso il ristorante il Pifferaio Magico a Sassuolo (Mo). Come d’abitudine al termine delle “fatiche” della riunione, la socia ospite, Isabella Melis, ha confortato gli astanti con alcune delle sue preparazioni da abbinare ad una selezione dei vini delle socie produttrici. Ad aprire la degustazione, una fantastica selezione di ostriche rigorosamente crude. Subito scatta la curiosità di trovare il giusto abbinamento, ed ecco comparire Silvia Mandini di Mossi 1558, con il suo Solane, un Colli Piacentini D.O.C. Vin Santo 2003, 100% Malvasia di Candia Aromatica … “meraviglia … il dolce del vino smorzava magnificamente il sale dell’ostrica … un colpo di sole, uno choc voluttuoso, un’autentica illuminazione …”.

Le Solane
Colli Piacentini D.O.C. Vin Santo 2003
100% Malvasia di Candia Aromatica

… Intenso, elegante, con tannini raffinati. Note floreali e fruttate complesse con sfumature minerali e note di pasticceria, la cui acidità prolunga le sensazioni gustative, conferendogli una notevole persistenza …” (Antonietta Mazzeo)

Mossi 1558
Mossi Aziende Agricole Vitivinicole Srl
Località Albareto, 80 – 29010 Ziano Piacentino – (PC)
Tel. +39 0523 860201 – Fax: +39 0523 860158
info@mossi1558.com – www.mossi1558.com

 

Antonietta Mazzeo
Sommelier